Stefania Orlando, protetta dal GFVIP?

Please follow and like us:

A pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina. Eh, il celebre detto non potrebbe essere più calzante nel caso della bella Stefania Orlando, coccolata ed omaggiata dal Grande Fratello Vip, tanto da farla sembrare una Reginetta.

Ma anche lei, come tutti, ha qualche scheletro nell’armadio che il GFVip si è guardato bene di rivelare a lei, ma soprattutto al pubblico.

Di cosa parliamo? Meglio dire di CHI parliamo. Si tratta di suo fratello Gianni, un fratellastro per la precisione, perché nato da un amore di gioventù della mamma prima che conoscesse il papà di Stefania.

L’uomo, ora sessantaquattrenne, porta il cosnome “Orlando” proprio perché la mamma, risposandosi, ha incluso il figlio nella nuova famiglia. Una “inclusione” incompleta però, perché proprio come racconta l’uomo sul settimanale Dipiù, il patriglio, cioè il papà di Stefania, non lo ha mai accettato, tanto da farlo chiudere in orfanotrofio quando era solo un bambino. Un bambino e poi un ragazzo cresciuto lontano da casa, dalla famiglia, da solo.

Anche i suoi fratelli, Stefania e Fabio Massimo, secondo le parole dell’uomo, non lo hanno mai accetatto, tantomeno lo hanno trattato come un fratello.

Insomma, una storia di emarginazione triste, tristissima, arrivata anche nel salotto pomeridiano di Barbara D’Urso, che ha scoltato le parole timide dell’uomo con molta emozione. Ma il Grande Fratello Vip, si è guardato bene di far arrivare questa vicenda a Stefania Orlando, che non solo non sa delle dichiarazioni dell’uomo, del fratello, prima sul settimanale Dipiù e poi nel programma Pomeriggio Cinque, ma che, a dire il vero, neanche ha mai nominato.

Ebbene sì, Stefania ha ricordato il padre, la madre, il fratello Fabio Massimo, il marito… mancava solo il pesce rosso, e Gianni? Niente, lei non lo nomina, il GfVip fa il vago e Stefania, arrivata in finale quasi illibata, rischia di vincere questa edizione, ma la merita questa vittoria?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *